[TIPS] Regole automatiche Facebook Ads le strategie che devi conoscere

Chiunque abbia lavorato con le Facebook Ads può testimoniare che le migliore strategia per ottenere il massimo dal vostro investimento pubblicitario è monitorare quotidianamente l’andamento delle vostre inserzioni. Quasi come se avessimo delle azioni in borsa.

Le ragioni sono molteplici. Da una parte si deve costantemente: adeguare il budget, interrompere annunci inutili, modificare il copy e così via. Dall’altro, ed ecco il cuore della questione, tenere costantemente sotto mano i dati (in termini di risultati) che i nostri annunci stanno portando a casa.

Il monitoraggio quotidiano delle campagne ti consente di scoprire cosa sta funzionando e cosa non sta funzionando.

Tps del giorno…. Per il monitoraggio automatico delle inserzioni esistono le regole di automazione in Facebook Manager.

Non so quante persone conoscano questo strumento che Facebook Business Manager ci mette a disposizione. Sicuramente molti. Eppure quando mi trovo a parlare con colleghi, clienti o amici, quasi tutti cascano dalle nuvole. Oppure lo conoscono ma non hanno capito a pieno le potenzialità che questo strumento può rappresentare per un’attività incentrato sul web.

Oggi, come dal 2012, “Automation” è una di quelle parole che se seguita dalla parola “Marketing” apre orecchie e portafogli di molti imprenditore e professionisti. Usare nomi evocativi è sicuramente una delle tecniche di marketing più antiche.

Ecco allora una piccola presentazione, tips annessi, di questo grande strumento che zio Mark ci ha messo fra le mani.

Con le regole automatizzate, puoi creare regole in Gestione inserzioni che ti inviano automaticamente aggiornamenti o notifiche sulle modifiche apportate alle tue campagne, ai tuoi gruppi di inserzioni o alle tue inserzioni. Le regole automatizzate ti offrono un maggior controllo. Anziché verificare le prestazioni delle campagne, dei gruppi di inserzioni o delle inserzioni giornalmente, le regole automatizzate possono effettuare queste verifiche per te e fare ciò che tu faresti manualmente.

Se avete voglia di entrare più nel dettaglio potete sicuramente trovare molte informazioni dai canali ufficiali. Io mi limiterò a dare la mia “versione dei fatti”. Non baderò troppo alla all’esaustività, piuttosto alla sostanza.

Per accedere a questa sezione basta aprire il Gestore degli annunci di Facebook e fai clic su “Crea regola”.

Se hai voglia di approfondire l’argomento puoi farlo leggendo [GUIDA] – Regole automatiche inserzioni Facebook Manager, oppure alla documentazione ufficiale di Facebook.

Ecco le 3 regole che dovresti conoscere.

1) Gestire il budget pubblicitario

Ecco una di quelle cose che quotidianamente ci troviamo a gestire, tenere sotto controllo il budget. È sicuramente una delle peculiarità di questo strumento. Pensiamo ad Adwords. Mediamente l’andamento delle campagne è stabile. Ovviamente abbiamo bisogno di trovare la giusta quadratura del cerchio, ma una volta trovata, il grosso del lavoro è fatto. Ci si può tranquillamente aspettare di replicare gli stessi risultati, nel medio periodo. Ovviamente tutto è relativo, ma AdWords è uno strumento affidabile da questo punto di vista.

Con Facebook Ads, invece, si vive alla giornata.

Ogni mattina, in Africa, una gazzella si sveglia, sa che deve correre più in fretta del leone o verrà uccisa. Ogni mattina, in Africa, un leone si sveglia, sa che deve correre più in fretta della gazzella, o morirà di fame. Quando il sole sorge, non importa se sei un leone o una gazzella: L’importante è che cominci a correre…

In questo possiamo trovare la prima grande automazione che le regole ci offrono.

Di solito, sia un imprenditore che un professionista del marketing, si trovano a definire una soglia di spesa accettabile per l’acquisizione di un nuovo contatto. Forse hai un costo per acquisizione (CPA) specifico, oppure hai definito un intervallo di CPC congruo.

Il punto è che puoi definire questi limiti per domani?

Ad esempio, se il CPA salta sopra i 25€, non vorresti sospendere l’annuncio in modo che la redditività della campagna non si capovolga improvvisamente?

 

Reader Interactions

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.